Newsletter – Bonus Formazione Industria 4.0

La Legge di Bilancio 2019 ha riconfermato la possibilita’ per le imprese di poter usufruire del credito d’imposta per Formazione dei dipendenti nei settori indicati nel Piano Nazionale Industria 4.0. Il credito d’imposta dovra’ essere utilizzato in compensazione a partire dal periodo d’imposta successivo a quello di sostenimento delle spese ammissibili.

 

 

Le attivita’ previste sono finalizzate all’acquisizione o al consolidamento, da parte del personale dipendente dell’impresa, delle competenze tecnologiche rilevanti per la realizzazione del processo di trasformazione tecnologica e digitale. Inoltre, non rileva i fini dell’ottenimento dell’agevolazione, che l’azienda abbia o meno voluto, o voglia, investire in immobilizzazioni tecniche!

In particolare le attivita’ sono: Big Data e analisi dei dati, cloud e cloud computing, cybersecurity, simulazione e sistemicyber-fisici, prototipazione rapida, sistemi di visualizzazione, realta’ virtuale (RV) e realta’ aumentata (RA), robotica avanzata e collaborativa, interfaccia uomo macchina, manifattura additiva (o stampatridimensionale), internet delle cose o delle macchine e integrazione digitale dei processi aziendali.

Le spese ammesse sono le spese relative al personale dipendente impegnato nelle attivita’ di formazione (costo medio orario) e le spese relative al personale dipendente che partecipi come docente o tutor interno alle attivita’ di cui sopra, nel limite del 30% della retribuzione complessiva annua dello stesso.

La percentuale dell’agevolazione varia a seconda della dimensione dell’impresa. A beneficiare maggiormente del bonus e’ la piccola impresa (azienda con meno di 50 dipendenti). Infatti la stessa ha un’agevolazione pari al 50% delle spese sostenute per un massimo di 300.000,00 euro. Invece per la media impresa resta la vecchia percentuale del 40% per un massimo di 300.000,00 euro Infine, per le grandi imprese le spese ammissibili agevolabili sono pari al 30% per un massimo di 200.000,00 euro.

La normativa impone solo al datore di lavoro, in concerto con i dipendenti, di modificare, introducendo una disposizione nella quale esprime la volonta’ di svolgere delle attivita’ di formazione 4.0, il contratto collettivo aziendale, e poi di depositarlo, mediante una procedura telematica, all’Ispettorato del Lavoro.

Be4Innovation offre alla propria clientela pertanto:
– Controlli dei requisiti richiesti dalla legge;
– Rendicontazione;
– Redazione della documentazione ai fini dell’individuazione del credito d’imposta spettante.

Il servizio di Be4Innovation ha un costo pari a: 
– 500,00 euro una tantum; 
– 5% della somma ottenuta a credito d’imposta.

Auspicandoci di essere stati esaustivi ed utili nella spiegazione del bonus, La invitiamo a ricontattarci al nr. 348/2518175.